Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Quarantena: ammazziamo il tempo creando il nostro orto personale

Ad un mese e passa dall’inizio della quarantena le cose da fare scarseggiano; abbiamo già sistemato l’armadio, la cantina, cucinato di tutto e di più, dormito e chi più ne ha più ne metta!

Allora cosa possiamo fare per impiegare al meglio il nostro tempo? 

Ci chiediamo sempre più spesso se la frutta e la verdura che compriamo siano di buona qualità e fresche... e allora perché non coltivarle direttamente noi? Oggi vi aiuteremo e ci dedicheremo insieme alla creazione di un orto personale. Noi di Warm Burrow vogliamo aiutarvi occupare il vostro tempo con qualcosa che sia veramente produttivo per voi e per l’ambiente! E cos’altro di meglio se non un orto?

Fidatevi che non è necessario essere pollice verde, l’importante è ricordarsi di prendersene cura. Inoltre, non è necessario avere un giardino o un grande spazio verde da adibire a orto, si può anche semplicemente utilizzare un vaso sul nostro balcone. Ora vi mostreremo come fare, sia per chi ha un grosso spazio, sia per chi ne ha poco. 

quarantena


PROCEDURA PER LA CREAZIONE DI UN ORTO [COMPLESSA]

 

  1. Decidi cosa vuoi coltivare: Quali sono le verdure che ami di più? Pensa a quello che ti piacerebbe avere nel piatto e progetta il tuo orto in conseguenza. La maggior parte delle verdure cresce bene in ogni clima, ma è una buona idea capire cosa rende meglio nel clima locale prima di decidere cosa piantare. 
  2. Scegli l'area dove creare l'orto: Alla maggior parte delle verdure serve un sole forte perciò trova la parte più soleggiata da destinare all’orto. Scegli un luogo dove l'acqua viene assorbita dal terreno, relativamente pianeggiante e senza troppe radici o pietre. Alcune verdure crescono bene anche in grossi vasi. Peperoni, pomodori e patate ad esempio produrranno anche nei vasi sistemati sul patio o sulla scala antincendio se non hai il giardino.
  3. Progetta il tuo orto: Tipi diversi di verdure hanno bisogno di differenti quantità di spazio perciò studia bene quanto te ne servirà per le piante che vuoi coltivare. Devi sapere anche quanto spazio lasciare fra i semi, quanto ne servirà alle piante in fase di crescita. 
  4. Compra piante e sementi: Scegli se avviare il tuo orto partendo dai semi o da delle piantine germogliate e fai i tuoi acquisti in un negozio oppure online. Dovrai anche sapere quali attrezzi ti serviranno. Buona parte del lavoro può essere svolto con attrezzi semplici ma se stai progettando un orto di grandi misure, sarà più semplice comprare una zappatrice. Ecco quello che ti servirà: semi e piante (se compri le piante, fallo al massimo due giorni prima di piantarle) e concime.
  5. Prepara il terreno: Marca gli angoli che vuoi destinare all'orto con dei sassi. Togli radici, bastoni, erbacce e altri detriti. Usa la vanga o il rastrello per ridurre la terra in parti piccole, lavorando alla profondità di circa 25 cm. a seconda di ciò che pianterai. Se concimi, usa il rastrello. Assicurati di distribuire tutto in maniera uniforme. Togli anche le pietre più grosse che possono essere sottoterra e che potrebbero ostacolare le radici delle tue piante.
  6. Scava le buche e metti a dimora i semi o le piantine: Metti un po' di fertilizzante sul fondo di ogni buca, poi sistemaci i semi o adagia le piantine. Copri le buche con terriccio e uno strato di pacciamatura se necessario.
  7. Annaffia: Mentre le verdure radicano nelle prime settimane, dovrai mantenere il suolo umido. Se crescono erbacce, eliminale delicatamente. Dai alle piante il giusto quantitativo di acqua, potale e concimale in conseguenza.

PROCEDURA PER UN ORTO [SEMPLICE]

quarantena quarantena quarantena

Per chi, invece, non ha uno spazio abbastanza grande da dedicare all’orto può semplicemente utilizzare dei vasi e piantare i semi comprati all’interno della terra nel vaso che può essere posizionato su qualsiasi terrazzo. Se volete fare qualcosa di alternativo potete anche pensare di acquistare delle matite piantabili (si trovano anche su Amazon). Per piantare la nostra matita possiamo:

  1. Creare una bio bottle: utilizziamo il fondo di una bottiglia o un vasetto di yogurt e, dopo averlo bucherellato in modo tale che l’acqua in eccesso esca, lo inseriamo in una tazza, inserendo la terra 
  2. Piantare la matita: la matita va piantata nella terra a 30 gradi di inclinazione circa e, in seguito, il tutto va bagnato con qualche goccia d’acqua. La matita può essere piantata dopo l’utilizzo oppure utilizzata una volta che i semi sono spuntati. 

Questo è quello che ho piantato io! La mia matita è un girasole. E voi? Avete già provato? Se si fateci sapere cosa avete piantato e se avete avuto qualche risultato! Io vi terrò aggiornati con sulla nascita del mio girasole nelle storie quindi STAY TUNED!


Ilaria Pietroniro


Fonti:

https://www.wikihow.it/Creare-un-Orto

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati