Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Progetto FORUM per monitorare i cambiamenti climatici 

Per la nostra rubrica dedicata ai cambiamenti climatici, le sue conseguenze o le ultime notizie che interessano questi argomenti, oggi vi presenteremo il progetto inaugurato dall’ESA (agenzia spaziale europea) per le missioni Earth Explorer, volto al controllo minuzioso delle radiazioni ricevute o emesse dalla terra. 

Cos’è FORUM?

Alcune delle radiazioni emesse dalla terra sono visibili perché rientrano nello spettro elettromagnetico, ma più della metà dell’energia in uscita è invece in infrarossi, raggi quindi non percepibili dall’occhio umano. È proprio su questo tipo di radiazioni che si concentra FORUM, la nuova missione dell’ente spaziale europeo, acronimo di Far-infrared Outgoing Radiation Understanding and Monitoring

L’ESA lancerà una nuova sonda che controllerà le radiazioni, ottenendo dati più precisi riguardo i cambiamenti climatici, che sarà rilevante anche per le future decisioni politiche.

 

Di cosa si occuperà FORUM?

FORUM, si occuperà di controllare più nel dettaglio il bilancio energetico della terra, vale a dire l’equilibrio tra le radiazioni a lunghezza d’onda corte emesse dal sole, e quelle in uscita, che sono una combinazione del riflesso di quelle solari e di quelle emesse direttamente dalla terra, mediamente a lunghezza d’onda maggiore.
Uno scompenso in questo bilancio porta ad un aumento della temperatura, e naturalmente l’attività dell’uomo e tutte le emissioni extra degli ultimi decenni contribuiscono non poco ad infierire su questo equilibrio.
FORUM nasce nel 2017 con l’intento di studiare più a fondo questo squilibrio tra energia in entrata e in uscita, il lancio dell’iniziativa è prevista però per il 2026, per ora il progetto è in fase di rodaggio.

Il direttore dei Programmi di Osservazione della Terra dell’ ESA dichiara:

"FORUM misurerà, per la prima volta, la parte del lontano infrarosso dello spettro elettromagnetico dallo spazio, permettendoci quindi di comprendere meglio l'equilibrio energetico del nostro pianeta, porterà grandi benefici alla scienza climatica. Capire meglio la complessità del nostro sistema climatico e riempire i vuoti della nostra conoscenza è di importanza vitale considerando che le conseguenze del cambiamento climatico sono di vasta portata, e influenzano tutte le sfaccettature della società e del mondo naturale".

FORUM: Il ruolo dell’ Italia

L’Italia gioca un ruolo fondamentale in questo progetto, in quanto quest’ultimo è supportato dall’Agenzia Spaziale Italiana ed è frutto di una collaborazione con il CNR (consiglio nazionale delle ricerche), l’Università degli Studi della Basilicata e l’Università di Bologna, il cui dipartimento di Fisica e Astronomia ha giocato un importante ruolo nella fase competitiva di preparazione scientifica e industriale di FORUM. 
Con i dati ottenuti da FORUM si potrà ricostruire più dettagliatamente l’origine e il motivo dei cambiamenti che avvengono sul nostro pianeta sia in superficie che nell’atmosfera; grazie a ciò sarà possibile fare previsioni più accurate e trovare modalità di adattamento più efficaci. 

Ancora una volta, oltre alla soddisfazione che ci danno le migliaia di studenti e giovani che ogni mese scendono in piazza per i Fridays for Future, l’Italia dimostra di aver percepito l’urgenza del problema ambientale, e ci auguriamo che sia veramente così.


Avevi mai sentito parlare del progetto FORUM? C’è qualche argomento che ti piacerebbe approfondire sul Blog? Faccelo sapere in un commento qui in basso e condividi l’articolo se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati