Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

L'Australia in fiamme: Koala dichiarati funzionalmente estinti 

Gli incendi di questo ultimo periodo hanno distrutto buona parte delle foreste australiane e 350 koala sono già morti mentre molti altri sono ancora in pericolo, feriti o senza un rifugio sicuro. Il WWF ha annunciato che abbiamo già perso il 95% dei koala e che potremmo perderli per sempre entro i prossimi 30 anni. Oltretutto, secondo l’Australian Koala Foundation (AKF) il destino di questi marsupiali è ormai segnato: i koala sono funzionalmente estinti. Dalle stime dell’organizzazione infatti ne sarebbero rimasti appena 80mila nel continente ossia un numero insufficiente perché garantire la sopravvivenza di nuove generazioni.

Cosa sta succedendo? 

Gli incendi di questo mese nella costa settentrionale dello stato del New South Wales stanno aggravando la situazione dei koala, già critica: questa deriva dalla distruzione e dalla frammentazione delle foreste che hanno obbligato i koala a trascorrere più tempo alla base degli alberi, dove  sono stati sempre più esposti al rischio di essere investiti o attaccati dai cani e maggiormente stressati e vulnerabili a malattie. Per proteggere i koala in pericolo il WWF lavora nei centri di recupero per soccorrerli e curarli ma si impegna anche a livello politico e sociale per fermare il disboscamento. 

Gli incendi in Australia, favoriti dal riscaldamento globale, ma anche dall’eccessivo disboscamento, sono l’ennesimo colpo alla sopravvivenza di questo animale ormai simbolo del continente: circa il 75% delle aree bruciate dalle fiamme facevano parte dell’habitat primario dei koala, il cosiddetto Triangolo dei koala, fra Noosa nel Queensland meridionale e Gunnedah nel nord-est del New South Wales.

Nel New South Wales e nel Queensland negli ultimi vent’anni la popolazione dei koala si è dimezzata: ad oggi è rimasto solo il 5% di quanti ne vivevano in queste aree negli ultimi secoli. La salvezza dei koala dipende dagli alberi che forniscono loro il cibo, l’eucalipto. Senza foreste i koala sono a rischio perché sono più deboli, più soggetti a malattie e più indotti in luoghi pericolosi come le strade o vicini ad animali che possono colpirli.

Qualche curiosità:

  • Il nome deriva dalla lingua daruk (una tribu aborigena australiana): gula, che significa "colui che non beve". I koala, infatti, non assumono liquidi, se non quelli presenti nelle foglie di eucalipto 

  • Questo animale trascorre buona parte delle sue giornate dormendo e mangiando (fino a 18 ore!) sugli alberi di eucalipto. Mangia circa mezzo kg di foglie al giorno

  • Il koala ha una vita molto sedentaria e trascorre la maggior parte del tempo dormendo; il suo metabolismo è così lento che l’animale può impiegare giorni per digerire il cibo consumato e, per facilitare la digestione delle foglie di eucalipto, l'animale ingerisce terra, corteccia e piccoli sassolini

  • Nonostante l'aspetto da buffo orsetto il koala non è un animale da compagnia: è impossibile addomesticarlo e non ha confidenza con l'uomo. Con la nostra specie, però, condivide una cosa molto particolare: il koala è uno dei pochi mammiferi a possedere le impronte digitali che, se messe a confronto con quelle umane, possono non essere distinte

  • Il corpo del koala ha una forma ovale ed è sprovvisto di coda, una caratteristica molto particolare di questa specie. Nonostante la sua grande testa, possiede uno dei cervelli più piccoli tra i mammiferi 

I koala presentano un notevole dimorfismo sessuale, che facilita la differenziazione tra maschi e femmine. I maschi sono più lunghi delle femmine, con testa e naso più grandi. Inoltre, il loro petto è largo e di un colore marrone. L’arrivo dell’estate nelle foreste australiane annuncia l’inizio della stagione degli amori per il koala. 

Durante il periodo degli amori, le coppie si ritrovano in questi territori per accoppiarsi. La gestazione dei koala dura circa 34 giorni. Essendo mammiferi marsupiali, lo sviluppo dei loro cuccioli inizia nell’utero per poi passare al sacchetto addominale (o marsupio). I koala appena nati sono piccoli, non hanno peli né orecchie e i loro occhi sono ancora del tutto chiusi. Nei loro primi sei mesi, i piccoli di koala vivono nella sacca materna e si nutrono solo di latte. Dal loro quarto mese di vita, la loro naturale curiosità li porta ad affacciarsi con la testa per scoprire il nuovo ambiente. A partire dal settimo mese, i cuccioli sono finalmente pronti per uscire e iniziare la loro vita in maniera indipendente. Nel loro ambiente selvatico, questi simpatici animali possono vivere circa 10-13 anni. Le femmine sono più longeve dei maschi.

Vuoi fare qualcosa per aiutare questi animali in pericolo?

 Segui il WWF, adotta ora un koala e aiutaci a proteggerli e salvarli dall'estinzione oppure visita il sito australiano www.savethekoala.com dove potrai decidere se donare, piantare un albero di eucalipto oppure diventare parte del Koala Army.

Ilaria Pietroniro

 

Leggi anche

Biodiversità alimentare: cos’è e perché è importante

Our Planet: tema principale la biodiversità

Api in pericolo: come aiutarle?

 

 

 

 

Fonti

https://imieianimali.it/koala-caratteristiche-habitat/

https://scienza.attualissimo.it/2015/04/08/9-curiosita-koala/

https://www.focusjunior.it/animali/koala-fatti-e-curiosita/

https://sostieni.wwf.it/adotta-un-koala.html

https://www.vanityfair.it/news/foto/2019/11/23/la-donna-che-salva-koala-dagli-incendi-australia

https://www.lastampa.it/la-zampa/altri-animali/2019/05/19/news/koala-funzionalmente-estinti-in-natura-ne-sono-rimasti-solo-80-mila-in-australia-1.33702943



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati