Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Howey Ou: la Greta Thunberg cinese

Su questa rubrica di Warm Burrow condividiamo con voi ogni settimana le storie di moltissimi piccoli grandi ambientalisti, ma vi siete mai resi conto che nessun ragazzo fin ora citato vive in Cina?

Per l’articolo di oggi siamo riusciti a scovare per voi la prima ragazzina cinese che si è impegnata nello sciopero per il clima ideato da Greta Thunberg, che ormai tutti noi conosciamo più che bene.

Questa è la storia di Howey Ou, la “Greta Thunberg cinese”.

Chi è Howey Ou?

greta thunberg cinese

Howey Ou è una ragazza di soli 16 anni e da sola, davanti al palazzo del governo di Guilin, con il suo zainetto, alcuni cartelli e nulla di più, è stata la prima ragazzina cinese ad aver partecipato, a partire dallo scorso 24 maggio, allo sciopero per il clima, proprio quello che ha coinvolto, come noi tutti sappiamo, moltissime persone in tutto il mondo, generando un vero e proprio movimento ambientalista globale.

L’impegno preso dalla giovane Howey per partecipare allo sciopero ci dice moltissimo sul suo grandioso coraggio, considerando il paese in cui vive, nel quale qualsiasi comportamento o dichiarazione sbagliata potrebbe costarle cara. Di fronte alla possibile reazione minacciosa del governo cinese, infatti, non si è di certo tirata indietro per difendere la propria idea ed il nostro meraviglioso pianeta.

Dato l’atteggiamento della Cina verso l’argomento, Howey rimane titubante di fronte ai media, cerca di sfuggire alle telecamere e la notorietà è di certo l’ultima cosa che potrebbe mai cercare o desiderare, ma la sua sola presenza è un messaggio molto importante.

Nonostante i numerosi pericoli che questo tipo di sfida per lei richiede, questa studentessa liceale continua ogni giorno a portare avanti la sua causa, sperando di coinvolgere altri coetanei in questa battaglia di grande urgenza ed importanza e con il sogno di divenire un esempio per tanti altri giovani ragazzi che vivono nel suo paese. Se si pensa alla grande mole di inquinamento prodotto dalla Cina poi, è proprio qui che le masse dovrebbero scendere in strada, armati di cartelli ed opinioni ben precise, per il loro futuro, il NOSTRO futuro e quello della Terra. È questo il sogno di Howey Ou, che non mollerà “finché il governo cinese non farà una chiara promessa e affronterà la sfida”.

Cosa pensa Howey Ou?

In un’intervista con tgSky24, la giovane attivista ha spiegato cosa significhi la sua lotta per il clima in una nazione come la Cina:

“Quando ho organizzato gli scioperi a scuola non ho avuto alcun tipo di sostegno. Non si tratta solo della Cina ma di tutti i Paesi che non hanno sottoscritto l’accordo di Parigi. È stato un nostro comune fallimento e la crisi dei cambiamenti climatici è la conseguenza di tutti i nostri comportamenti”.

Howey ha poi espresso il suo apprezzamento per Greta Thunberg alla quale, tra l’altro, spesso viene associata, raccontando che “sarebbe un piacere incontrare Greta Thunberg. Ci sentiamo anche online. Siamo in contatto attraverso internet. I nostri rispettivi gruppi di attivisti comunicano sul web”. Alla domanda se l’attivista svedese sarebbe ben accolta in Cina, la sua collega cinese dice: “Immagino di sì. Ci sono molte organizzazioni ambientaliste in Cina che si occupano dell’ambiente e che condividono la sua storia e i suoi ideali”.

Nell’ultima parte dell’intervista, infine, la giovane attivista cinese ha poi raccontato il rapporto con la sua famiglia ed il sostegno che, fortunatamente, riceve da loro giorno dopo giorno:

“Lo fanno a modo loro, anche se non in maniera molto attiva. Credo che il cambiamento climatico sia la più grande minaccia per l’umanità. Non solo i singoli individui ma anche le grandi organizzazioni di cooperazione e i governi di tutto il mondo dovrebbero inserire la lotta al climate change tra le priorità”.

La buona notizia, in una situazione ambientale a dir poco tragica come quella cinese, è che rispetto al resto della popolazione i giovani cinesi cominciano ad essere più preoccupati e consapevoli riguardo i cambiamenti climatici. Tuttavia, dall’altro lato della medaglia, troviamo comunque una preoccupazione generale della Cina sui cambiamenti climatici molto più bassa rispetto a molti altri Paesi del mondo. Una situazione che necessita senz’altro di numerosissimi cambiamenti, ma fortunatamente possiamo dire che, grazie a persone come Howey Ou, che rischiano la propria libertà ogni giorno per un ideale, c’è ancora speranza per un futuro migliore.

Erica Polidori

 

Fonti:

https://tg24.sky.it/mondo/2020/08/03/climate-change-intervista-howey-ou-greta-cinese

https://www.teleambiente.it/clima_howey_ou_sciopero_cina/

Immagine:

https://static.globalist.it/foto/2019/05/29/00052F2E-howey-ou.jpg

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati