Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Greta Thunberg: “la legge UE sul clima è un segnale di resa”

Ciao e bentornato in questa rubrica di Warm Burrow!

 Qui potrai sempre trovare informazioni e news su Greta Thunberg e tanti altri giovani attivisti per il clima che stanno provando a fare la differenza nel mondo.

In questo articolo scopriremo insieme i dettagli della nuova legge dell’Unione Europea sul clima e capiremo i motivi che hanno spinto la giovane Greta Thunberg, paladina della lotta ai cambiamenti climatici, a criticare questa proposta di legge.

Unione europea a zero emissioni nel 2050:

La Commissione europea ha presentato pochi giorni fa una proposta legislativa al fine di definire l’impegno della Ue nel raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

L’Unione europea “propone un obiettivo giuridicamente vincolante di azzeramento delle emissioni nette di gas a effetto serra entro il 2050. Le istituzioni dell’Ue e gli stati membri sono tenuti ad adottare insieme le misure necessarie al loro livello per raggiungere questo obiettivo”.

Le intenzioni della legge sul clima vengono presentate dal Presidente della Commissione Ursula von der Leyen, che afferma:

“agiamo oggi per fare dell’UE il primo continente del mondo che conseguirà la neutralità climatica entro il 2050. La legge sul clima concretizza in un atto giuridico il nostro impegno politico e ci pone in modo irreversibile sulla strada verso un futuro più sostenibile. Questo atto costituisce l’elemento centrale del Green Deal europeo, e offre prevedibilità e trasparenza per l’industria e gli investitori europei. Imprime anche una chiara direzione alla nostra strategia per una crescita verde e garantisce una transizione graduale ed equa”.

Greta Thunberg critica la proposta di legge sul clima

La piccola grande attivista apprezza gli sforzi in atto, non si fa però ammaliare dalla proposta di legge proposta dalla Commissione europea. Presente al Parlamento Europeo durante la riunione della Commissione Ambiente, Greta Thunberg ha invitato l’Europa ad essere più ambiziosa e a giocare un ruolo più di rilievo per la salvaguardia del pianeta.

Nel discorso al Parlamento UE, Greta Thunberg esprime la sua opinione a riguardo, affermando che l’Unione Europea ha purtroppo scelto una strada più lunga e meno efficace, rinunciando di partenza al primato nella lotta ai cambiamenti climatici:

“L’Unione Europea deve essere capofila: avete l’obbligo morale di farlo, oltre all’opportunità. Nel momento in cui l’Ue presenta questa legge sul clima, con le emissioni zero entro il 2050, indirettamente ammettete la resa. Dobbiamo iniziare a tagliare le emissioni in maniera drastica alla fonte fin da ora. I vostri obiettivi lontani nel tempo non serviranno a nulla se le emissioni continueranno ai livelli odierni, anche solo per qualche altro anno”.

Purtroppo, abbiamo ancora delle ambizioni troppo limitate e non c’è ancora quel senso di urgenza per quanto riguarda la missione di salvare la Terra. Questo è ciò che ci blocca dall’agire concretamente ed attuare fin da subito misure per contenere i danni. Pensiamo sempre di avere tempo per riflettere e trovare soluzioni, ma il tempo di agire è adesso!

 

Cosa ne pensi della proposta di legge sul clima? Credi che porterà ad avere risvolti positivi nel tempo?

 

 

 

 

Fonti:

https://www.helpconsumatori.it/news-dalleuropa/europa/clima-la-commissione-europea-propone-la-ue-a-zero-emissioni-entro-il-2050/

https://www.repubblica.it/ambiente/2020/03/05/news/greta_thunberg_all_ue_bene_gli_sforzi_sul_clima_ma_manca_il_senso_di_urgenza_-250312252/

https://www.greenstyle.it/legge-ue-sul-clima-greta-thunberg-e-un-segnale-di-resa-320319.html

https://www.unionesarda.it/video/video/cronaca-mondo/2020/03/05/clima-greta-thunberg-sulla-decisione-ue-non-c-e-senso-di-urgenza-52-994242.html

Immagine:

https://www.ilgiornale.it/sites/default/files/foto/2019/04/16/1555427262-lapresse-20190416160320-29071343.jpg

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati