Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Fossa delle Marianne: presenti tracce di mercurio

Spesso sentiamo parlare della famosa Fossa delle Marianne come un luogo oscuro, privo di vita e desolato; ma realmente com’è?

Scopriamolo oggi nella nostra rubrica Biodiversità!

fossa delle marianne

La fossa delle Marianne è la più profonda depressione oceanica conosciuta al mondo.

È localizzata nella zona nord-ovest dell'Oceano Pacifico a est delle isole Marianne, tra Giappone, Filippine e Nuova Guinea. Il suo punto più profondo è l'abisso Challenger: 10.994 metri dove la temperatura media è di 3 gradi centigradi

Per comprendere l’immensità di questo “buco” nella terra proviamo a considerare l’Everest (il monte più alto della Terra, 8.848 metri sul livello del mare); se esso fosse collocato dentro la Fossa delle Marianne, ci vorrebbero ancora più di 2 mila metri per raggiungere la superficie dell’oceano!

La sua profondità è data dal fatto che si trova nella zona di convergenza tra due placche tettoniche: la placca Pacifica e la placca delle Filippine. La collisione tra le due placche porta la placca Pacifica a ‘scorrere’ al di sotto di quella delle Filippine e ad affondare nel mantello terrestre. Nella zona a contatto tra le due placche si forma così una depressione chiamata ‘fossa oceanica’, che diventa il punto a maggiore profondità di tutto l’oceano che la ospita.

Nonostante si tratti del luogo forse più inospitale e buio del pianeta, molti animali popolano questo spazio. Negli anni sono state individuate diverse specie di pesci dalle forme insolite, date dal fatto che vivono praticamente senza luce, con l’ossigeno rarefatto e ad una elevata pressione (là sotto ogni centimetro quadrato pesa una tonnellata!).


La notizia degli ultimi giorni è, purtroppo, una notizia che ci ha sconvolto e che riguarda proprio questo luogo incredibilmente lontano da noi. 

Essendo così lontano ci sembrava potesse rimanere “tutelato” e al sicuro dall’inquinamento dell’uomo ma, ad oggi, sappiamo che non è così: anche qui sono state trovate tracce di inquinamento antropico da mercurio, una sostanza altamente tossica.

La scoperta è stata comunicata durante la Goldschmidt Geochemistry Conference gli esperti dell'Università cinese di Tianjin, che hanno esplorato e analizzato le acque oceaniche abissali. 

Ruoyu Sun dell'Università cinese di Tianjin ha affermato: “Si è trattato di una vera sorpresa a una profondità così elevata, alcuni studi precedenti avevano stabilito che il metil-mercurio può accumularsi entro poche centinaia di metri dalla superficie dell'acqua, garantendo la sicurezza della fauna marina che abita le profondità dell'oceano. Le nostre ricerche dimostrano però che questo potrebbe non essere vero".

Il problema è che queste sostanze tossiche potrebbero essere ingerite dai pesci più piccoli i quali, a loro volta, vengono mangiati da quelli più grandi, fino al momento in cui arrivano nella nostra catena alimentare. Inoltre, il mercurio è una sostanza altamente tossica sia per gli animali che per gli uomini: può provocare gravi sintomi neurologici e difetti alla nascita. Joel Blum dell'Università del Michigan sostiene che la sostanza potrebbe aver raggiunto gli animali oceanici grazie alle piogge e in seguito alla combustione, estrazione e produzione di carbone e petrolio.

Questo dimostra ancora una volta come l’essere umano con le sue azioni possa arrivare a danneggiare anche il più remoto punto della terra lasciando senza parole anche i ricercatori che forse speravano di non dover mai scoprire qualcosa di così sconvolgente. 

Ricordiamoci che tutte le nostre azioni, anche le più piccole, possono cambiare le cose. Dunque, educate i vostri amici, famigliare e voi stessi al rispetto della natura e dell’ambiente perché raccogliere una sigaretta o una cartaccia da terra e buttarla nel cestino può richiedere circa 20 secondi di “sforzo” ma può cambiare le cose nella speranza di un mondo più pulito



Fonti:

https://medium.com/@angela_ribaudo/il-luogo-più-misterioso-del-mondo-la-fossa-delle-marianne-539cbd6c1fef

https://www.focus.it/ambiente/animali/la-vita-pulsante-nella-fossa-delle-marianne?gimg=19#img19

https://www.repubblica.it/ambiente/2020/06/23/news/hanno_trovato_tracce_di_mercurio_nella_fossa_delle_marianne-259979901/

https://tg24.sky.it/scienze/2020/06/23/mercurio-fossa-delle-marianne



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati