Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Come Salvare la foresta amazzonica dagli incendi senza inutili post su Facebook

Come salvare la foresta amazzonica dagli incendi senza inutili post su Facebook

Ogni volta che sentiamo parlare di disastri ambientali, puntualmente provocati dall’uomo, ci sentiamo sempre più inorriditi, inermi ed impotenti.

Nessuno mai ci dice cosa possiamo fare veramente per salvaguardare il nostro pianeta da queste catastrofi ambientali, mentre tutti quanti, a partire dalla fonte dell’ignoranza dei social network, postano articoli letti e riletti riguardo gli ultimi eventi con il tag “#savenature” senza però agire mai nel concreto.

Se sei stanco di rimanere a guardare e vuoi invece contribuire a questa causa, continua a leggere e scoprirai che ci sono delle soluzioni che probabilmente non conosci! 


Cosa sta succedendo in Amazzonia?

19 agosto 2019 La città di San Paolo in Brasile è sovrastata da una nube di fumo che oscura il sole obbligando la città ad utilizzare illuminazione notturna.

Lo scenario verificatosi attorno alle 15;00 è la conseguenza del disboscamento illegale che sta logorando il Brasile e lascia a bocca aperta tutto il mondo. Per farti intendere la gravità del problema, la città dista 2700km dagli incendi.

Purtroppo questi incendi non sono spontanei nè poco frequenti. E’ risaputo infatti che il governo brasiliano, ad oggi capeggiato dal presidente Bolsonaro (un po’ scettico riguardo ai cambiamenti climatici in atto) permetta gli incendi, e di conseguenza il disboscamento, per fare spazio a campi coltivabili e pascolabili.

Rispetto al 2018 gli incendi sono aumentati del 145% come rivelano i dati di Greenpaece Brasile, molti dei quali sono avvenuti in aree protette.

l’Amazzonia produce il 6% dell’ossigeno terrestre, in accordo con TheGuardian, ed è fondamentale che non venga disboscata più di quanto già lo sia. 


Di seguito è riportata la mappa delle zone dove avviene la produzione di ossigeno.

Fino ad oggi infatti, l’uomo ha disboscato circa il 15% dell’intera foresta, e alcuni studiosi credono che se si superasse il 25%, questa andrebbe degradandosi fino ad arrivare a diventare un’immensa  e aridissima savana, il pianeta potrebbe perdere la sua più grande foresta pluviale.

Inutile dire che la situazione è a dir poco terrificante.


Bene, ma in concreto, cosa possiamo fare?

1) Leggi il nostro blog!

Per poter agire prima bisogna informarsi. il nostro blog, sarà sempre aggiornato per aggiornarti sugli ultimi eventi, e per darti cosigli su come vivere la tua vita in modo ecosostenibile. Oltre a questo avrai modo di farti la tua opinione e di capire un po’ di più di quello che ti accade intorno.

2)  Dona anche tu!

Associazioni no profit come WWF, Greanpeace , Amazonia Onlus, Rainforest Action Network, Amazon watch, hanno come obiettivo la riforestazione.

Sicuramente il tuo piccolo aiuto non salverà la foresta, ma ricordati che come te moltissimi altri stanno contribuendo alla causa.

Sé invece non vuoi donare ma comunque ti senti molto vicino alla causa puoi fare il volontario per loro! Godrai di paesaggi indimenticabili e rimarrai assolutamente segnato nel profondo da questa esperienza.

3) Vivi la tua vita ecosostenibile!

innanzitutto limita i tuoi consumi di energia, fai un favore alla tua bolletta e all’ambiente.

Se poi vuoi vivere appieno una vita green segui i pochi semplici consigli che conosci da tempo. Per esempio chiudi l’acqua quando lavi i denti, non impiegare troppo tempo per fare la doccia, utilizza i mezzi di trasporto pubblico, fai la raccolta differenziata e sostituisci la plastica di casa tua con dei materiali più eco friendly come il vetro.

Basta davvero poco per rispettare l’ambiente, comincia da te! sii parte del cambiamento.

4) Utilizza il motore di ricerca ECOSIA

Ecosia è un nuovo motore di ricerca che dichiara di utilizzare l’80% dei profitti derivanti dalle pubblicità per la riforestazione e la salvaguardia dell’ambiente.

5) Fai attenzione a quello che mangi!

Dato che, come hai letto, la Deforestazione è praticata per poter far spazio a campi pascolabili e coltivabili, fai attenzione alla tua dieta! Per questo può esserti utile Greenpalm il sito che ti dice quali sono gli alimenti eco-friendly da mangiare a cuore leggero.

E ora?

Innanzitutto se l’articolo ti è piaciuto, ma anche sé non ti è piaciuto lasciaci un commento, vogliamo sapere cosa ne pensi.

Se invece ti è piaciuto, fai sapere a tutti che hai trovato delle soluzioni per la salvaguardia dell’ambiente.


La gente aspetta i tuoi consigli.

Diffondi il verbo!

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati