Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

Bambini e ambiente: Circowow educa all’ecologia e alla sostenibilità

La mattina di martedì ho seguito una diretta Facebook di Circowow: un’intervista a Luca Regina, artista poliedrico che parla ai bambini del mondo della sostenibilità. Sono rimasta talmente colpita dalla genuinità di questo progetto e dalle parole di Luca che ho subito pensato di parlarne qui sul blog!


Circowow si occupa di organizzare eventi e spettacoli per bambini, il loro motto è “Raccontiamo in modo affascinante il mondo dei più piccoli ai più grandi e quello dei più grandi ai più piccoli”, e dal poco che ho visto non posso che essere pienamente d’accordo.


Sul loro sito ufficiale  ci parlano della loro missione, che è 


“Quella di veicolare il linguaggio dei più piccoli ai più grandi e viceversa. Lo facciamo con contenuti studiati da una Squadra di 50 professionisti del mondo dell’intrattenimento per famiglie all’interno di feste per bambini, eventi aziendali, spettacoli per famiglie ed animazioni di piazza.”.


Martedì 22 settembre i ragazzi di Circowow hanno intervistato Luca Regina per il diciottesimo di una serie di incontri dove i protagonisti sono i cosiddetti “Maestri della felicità”.


Ma chi è Luca Regina?

Nel 2019 inaugura EcoCircus: un progetto artistico che consiste in uno spettacolo “a misura di bimbo” dove con battute, scherzi, acrobazie e magie, racconta ai più piccoli della raccolta differenziata, del risparmio energetico, delle energie rinnovabili, e li informa su quanto sia importante ridurre ed eliminare il consumo di plastica.



Luca racconta che questa idea nasce tra il 2006 e il 2007, durante la sua collaborazione con A come ambiente (Torino), dove realizza alcuni video divertenti toccando le tematiche che vi abbiamo appena citato. L’idea è quella di parlare di ecologia in modo ludico per comunicare soprattutto con i ragazzi, perché d’altronde sono le nuove generazioni ad avere il mondo tra le mani. 


Sembra scontato ma sono i giovani a possedere la chiave per il futuro, ad essere i grandi di domani; e se il mondo può ancora sperare in una svolta più sostenibile è solo grazie a splendidi educatori come Luca, che hanno capito che è meglio modellare nuove menti consapevoli piuttosto che tentare di cambiare quelle già formate.


Ma come fare?

Sicuramente la chiave del successo è il divertimento, Luca infatti affronta il tema in modo scherzoso, ironico, senza prendersi troppo sul serio per comunicare al meglio con il pubblico a cui desidera rivolgersi, non si può fare la morale ai bambini, non capirebbero: molto meglio spiegare con leggerezza!


Verso la fine dell’intervista viene chiesto a Luca Regina chi, secondo lui, sia il vero “maestro di felicità in famiglia”, a questa domanda risponde con una riflessione che personalmente condivido appieno:


“Può essere scontato ma ti dico subito mio figlio, un bambino in casa è il maestro di felicità per eccellenza, me ne rendo conto ogni volta che giriamo un video insieme: i bambini sono una risorsa perché prendono tutto con lo spirito giusto che è quello del gioco. [...] Un altro maestro di felicità è la natura, l’ambiente: dobbiamo sempre ricordarci che è da lì che veniamo. Sotto casa mia c’è un boschetto, è un boschetto come un altro, anonimo, a volte anche un po’ inquinato, ma osservando con attenzione si riconosce tutta la sua ricchezza. Ho trovato tantissimi tipi di piante, anche esotiche, ed è meraviglioso che un boschetto anonimo offra così tanta diversità”.


Luca Vincent Pecora: intervistatore e socio di Circowow ricorda come durante il periodo di Lockdown, nonostante il ritorno del problema della plastica monouso, molte persone e famiglie si sono, per fortuna, avvicinate molto di più alla natura, che se ascoltata può darci le risposte che cerchiamo. 


Quello della plastica rimane ancora un problema impellente, e fa tristezza pensare che prima dell’emergenza Covid stavamo facendo grandi progressi nella riduzione della plastica monouso, problema che non ha tardato ad essere sostituito da mascherine e guanti in lattice sparse per le strade, i fiumi, i mari…


Ed è proprio per cambiare questa situazione che è necessario plasmare le nuove generazioni, “piantare dei semi” a livello didattico e formativo, perché il futuro è nelle loro mani.


L’intervista si conclude con un “messaggio ecologico” richiesto da uno spettatore, che è quello di parlare sempre di più di ambiente, uno dei problemi principali è infatti la disinformazione. Nel 2020 ancora molte persone buttano le buste della spesa compostabili nella plastica perché non conoscono il Mater B e la sua natura biodegradabile.


Serve più informazione, sia per formare le giovani menti, sia per tenere aggiornate quelle meno giovani. Servono figure come Luca, servono progetti come Circowow, serve sensibilizzazione nelle scuole, negli uffici, sui canali di informazione… 


Noi diamo il nostro contributo parlandovi di progetti sostenibili, sostenendo figure come Luca Regina e Luca Vincent Pecora che, come recita il nostro motto, fanno del proprio meglio con gli strumenti che hanno per portare un cambiamento concreto nel mondo.


Vi invitiamo dunque a visitare il sito ufficiale di Circowow e quello di Luca Regina per saperne di più sulle loro iniziative frizzanti ma, soprattutto, sostenibili!

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati