Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto sul tuo primo ordine!

5 consigli di bellezza per ragazze, naturali e fai da te

5 consigli di bellezza

Bentornati sulla nostra rubrica del mercoledì dedicata alla sostenibilità, oggi vogliamo dedicare quest’angolo alle ragazze, o meglio principalmente a loro;

sei un ragazzo?

Non disperare, alcuni di questi consigli possono essere utili anche per te!

Questo è lo scopo di Warm Burrow: ogni giorno ci impegniamo a ordinare le informazioni che abbiamo raccolto e le nostre esperienze, al fine di ricavare dei contenuti per il nostro blog, che siano stimolanti, utili ma, soprattutto, all’insegna della sostenibilità!

In questo articolo mi sono voluta focalizzare su quei gesti che quasi ogni ragazza dedica alla sua routine di bellezza.

Vi parlerò di pelle, capelli, corpo e del nostro peggior nemico: il ciclo. Come fare per rendere i nostri rituali di benessere sostenibili, evitando lo spreco tipico dei materiali monouso, o l’acquisto di decine di flaconi diversi?

Scoprilo continuando a leggere l’articolo!


Scrub fai da te per viso, corpo e labbra

Quali sono gli ingredienti principali per uno scrub fai da te al naturale? Naturalmente bisogna focalizzarsi sui prodotti piĂą esfolianti, ma non aggressivi.

Un esempio?

Il nostro caro vecchio amico bicarbonato, di cui abbiamo parlato diverse volte sul nostro blog. 


  • Scrub naturale per il corpo: mescolate assieme a qualche cucchiaino di miele e olio (quello che preferite, può essere d’oliva, di mandorla, di jojoba o di Argan) il vostro esfoliante. Qualche consiglio oltre al bicarbonato di sodio? Sale grosso o farina di grano turco. Amalgamate e massaggiate bene su tutto il corpo, avrete lo stesso risultato di uno scrub confezionato, se non migliore e a costo 0!

  • Scrub naturale per il viso: come sappiamo, la pelle del viso è di gran lunga piĂą delicata, per questo è consigliabile evitare il sale grosso come prodotto esfoliante e, se avete una pelle particolarmente sensibile vi consiglio di accantonare anche l’idea del bicarbonato e utilizzare l’amido di mais, che ha anche proprietĂ  lenitive.

  • Scrub naturale per labbra: gli ingredienti sono gli stessi, personalmente ritengo che sia il sapore del sale che quello del bicarbonato siano piuttosto sgradevoli. Nessun problema! fortunatamente abbiamo un altro alleato: lo zucchero! Io preferisco usare quello di canna, dai granelli piĂą spessi e quindi piĂą esfoliante.

  • Scegliere un trucco biologico e struccarsi in modo naturale: ma come?

    Sei un’appassionata di makeup?

    Io, devo ammetterlo, non particolarmente. Mi trucco spesso ma non rivolgo particolare attenzione a quei quattro prodotti che utilizzo, punto per lo più al più economico. 

    A pensare però a tutte le mie amiche “ossessionate”, con scaffali enormi pieni di palette e pennelli, mi sono ricordata i consigli che ha elencato Tessa Gelisio sul suo blog per scegliere un makeup sostenibile. Qui elenca alcuni brand di cosmetici realizzati con prodotti naturali e bio, io di questi conoscevo solo Naturaverde BIO, di cui ho provato alcuni cosmetici e devo dire che ne sono rimasta molto soddisfatta.

    Come sappiamo nulla si crea e nulla si distrugge, tranne il makeup, che ogni sera si vede annientato da un panno che lo sfrega via fino a farlo svanire.

    E se ti dicessi che hai sempre avuto un ottimo struccante nella tua cucina?

    Ti assicuro che è la verità e si chiama olio d’oliva.

    Ebbene si, massaggiando il viso con le mani unte e sciacquando con acqua i residui, laverete via il vostro makeup senza dover usare alcun prodotto chimico. Sugli occhi è bene diluire con un po’ d’acqua per evitare brutti arrossamenti. 

    Per struccarvi in modo ecologico usate dischetti di cotone riutilizzabili, abbandonando quelli monouso e i cotton-fioc. Io uso un panno in tessuto delicato, che metto a lavare quando si sporca completamente.

    Come tingere i capelli utilizzando prodotti naturali

    Tingersi i capelli è un piacere per molte donne e ragazze, io lo adoro.

    Adoro l’aria di cambiamento che aleggia prima, durante o dopo una tinta. Sarà un luogo comune, ma ci ho sempre visto del vero nel fatto che una donna cambi davvero, quando cambia la sua capigliatura, d'altra parte, i capelli sono la cornice del viso, giusto?

    Nonostante la mia passione nel rivoluzionare il mio stile, fin da quando ero piccola la mia saggia madre mi proibiva di usare tinture chimiche e prodotti con ammoniaca, che vanno naturalmente a rovinare il capello nel corso del tempo.

    Non ho abbandonato il mio desiderio di tingere i capelli ho deciso di rispettare questo compromesso e di farlo in modo naturale, pur sperimentando tutti i colori possibili. 

    Ho iniziato schiarendo i capelli con miscele di camomilla e limone, che versavo sui capelli dopo averli lavati. Ovviamente l’operazione dev’essere ripetuta sistematicamente.

    Un ottimo metodo, soprattutto estivo, è quello di versare il composto in un recipiente spray e spruzzarlo sui capelli mentre asciugano al sole, che rende più efficace lo schiarimento (su Amazon potete trovare alcuni contenitori spray in vetro tascabili, comodissimi per evitare quelli in plastica). 

    Quando avevo quattordici anni ho scoperto l’elisir della tintura naturale per capelli: l’hennè, un arbusto di cui si utilizzano le foglie e i semi essiccati per ottenere una polvere che, se unita ad acqua calda, diventa un ottimo colorante naturale per la pelle o per capellli.

    Fate bollire l’acqua da versare nella polvere, per avere una pasta densa e senza grumi da applicare sui capelli asciutti e lasciare in posa, coprendo la testa con una cuffia, per un’ora e mezza circa. Esistono hennè di tinta castana, rossa, oppure neutra, ottimo per rinforzare i capelli e rinvigorirli.


    Ciclo sostenibile, si alla coppetta mestruale?

    Come ci accade ogni mese, anche in questo articolo è arrivato quel fatidico momento, in cui oltre ai dolori e alle sensazioni spiacevoli si aggiungono le spese dovute alle “attrezzature tecniche”.

    Questi consigli sono utili sia per risparmiare sul costo degli assorbenti che, molto piĂą importante, produrre meno rifiuti.

    Ultimamente si è sentito parlare moltissimo della coppetta mestruale, se invece non la conosci si tratta di una coppa in silicone molto morbida da posizionare appena sotto il collo dell’utero, questa raccoglie il sangue mestruale per una decina di ore, impedendo ad altre sostanze irritanti di entrare in contatto con le pareti dell’utero (non garantito invece dai tamponi). Ne esistono di diverse dimensioni ed è acquistabile nelle farmacie. 

    Io non l’ho mai usata poiché opto per altri metodi di cui ti parlerò tra pochissimo! Ho letto diversi dibattiti riguardo l’uso della coppetta e non sempre i riscontri sono stati positivi, però ho molte amiche che la utilizzano e ne sono molto soddisfatte, tu che ne pensi? La usi, o sei curiosa di provarla?

    Io mi trovo bene con gli assorbenti lavabili, irritano molto meno la pelle e mi permette di evitare di produrre la quantità di rifiuti a cui ero abituata. Un’altra opzione sono le mutande assorbenti, una rivoluzione in quanto garantiscono una protezione a 360 gradi!

    Come fare la ceretta in modo naturale

    Assurde noi donne, ci infliggiamo una tortura del genere periodicamente e in fondo nemmeno noi ne abbiamo mai capito il motivo. Una cosa però è certa, nonostante il dolore siamo sempre felici del risultato, quanto è bello accarezzare la pelle liscissima fresca di crema post-depilazione?

    C’è chi va dall’estetista, chi dall’amica fidata e chi fa tutto in solitaria. Chi usa la cera, chi le strisce già pronte, e chi ha il coraggio di usare il silk epil.

    E se ti dicessi che d’ora in poi avrai bisogno solo di un pentolino e tre ingredienti? 

    Ciò di cui ti voglio parlare si chiama ceretta araba o orientale, consiste nell’utilizzo di zucchero, limone e un po’ d’acqua (per la quantità mi regolo ad occhio), aggiungo sempre anche un po’ di miele che lascia la pelle morbidissima. Fate scaldare gli ingredienti amalgamati e spalmate sulla zona interessata, fate asciugare e si creerà una striscia solida da strappare via, da quando l’ho scoperto credo sia il miglior modo per depilarsi! Toglie anche i peli più corti e sprigiona un profumo spettacolare!

    Confrontiamoci!

    Questi erano i 5 consigli di bellezza naturali e fai da te a cui ho pensato per l’articolo di oggi, ne conoscevi già qualcuno, o vuoi condividerne altri con noi? Siamo un libro aperto!

    Facci sapere cosa ne pensi in un commento qui sotto o visita le nostre pagine Instagram e Facebook! 







    Lascia un commento

    Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati